Viaggia da Palermo a Torino con un asino!

Viaggiare da Palermo a Torino in compagnia di un asino è probabilmente un’esperienza che pochi (o nessuno!) di voi avrà probabilmente immaginato. Eppure, c’è chi ci sta provando, con passione e dedizione: si chiama Nicola Winkler, ha solamente 20 anni, è piemontese, studia all’Università e presto avvierà una interessante attività di viaggio a piedi che da Palermo lo porterà a Torino. Un viaggio che, tuttavia, non è affatto in solitaria: Nicola si aiuterà infatti con un asino, che lo supporterà nelle fatiche del lungo cammino della durata stimata di sette mesi, e che lo sosterrà portando l’attrezzatura necessaria per poter girare un docufilm che verrà prodotto a margine di questa esperienza unica.

Come riportato su Green.it, Nicola ha deciso di intraprendere questo lungo viaggio “per incontrare l’Italia rurale e conoscere le persone che hanno deciso di vivere a stretto contatto con la natura”. Non si tratta del primo tragitto che il giovane compie a piedi, visto e considerato che ha già – per due volte – percorso la Liguria con il solo zaino in spalla. E non si tratta probabilmente dell’ultimo viaggio, visto e considerato che il giovane piemontese non rinuncerebbe affatto a un bel viaggio a piedi: “nonostante la fatica, credo di poter dire che spostarsi camminando è sicuramente il modo che più ti fa apprezzare ciò che ti circonda” – ha aggiunto.

E così Nicola, studente iscritto al primo anno del DAMS, ha presentato il suo progetto “Non fare l’asino”. E, su Facebook, ha altresì annunciato che racconterà il suo viaggio su un blog ospitato da Italiachecambia.org. Su ProduzioniDalBasso.com, inoltre, Nicola ha accennato alcuni dettagli del docufilm che girerà grazie a questa esperienza, anticipando che al momento non esiste sceneggiatura, soggetto o scaletta, e che il filme non esisterà finché non verrà realizzato. “Un film che, forse, nessun produttore produrrebbe” – afferma Nicola, e che “sarà girato interamente da o me o da chi si unirà al mio cammino (no troupe)”, “una produzione completamente a piedi“.

Infine, per quanto concerne la fotografia, Nicola conclude affermando di voler trarre ispirazione dalle immagini che andrà a scorgere giorno dopo giorno, cercando sempre di cogliere tutte le occasioni per raccontare al meglio il viaggio e la propria esperienza. Il film verrà dunque scritto strada facendo, e a noi non rimane altro da fare che augurare un grande in bocca al lupo per questo viaggio lungo l’Italia!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *