A Venezia arrivano i conta-persone

Dopo qualche indiscrezione recente, a Venezia arrivano i “contapersone”, con la città lagunare che dunque si avvicina alla sperimentazione delle installazioni di sistemi di conteggio dei viaggiatori, finalizzati a regolare l’afflusso dei turisti, posti in prossimità di aree strategiche, come quelle più visitate e di maggiore transito, come i ponti di Calatrava, degli Scalzi, l’imboccatura di Rio Terà Lista di Spagna, e ancora – ricorda un comunicato da parte dell’Ansa – i tre ponti di attraversamento di Rio Novo (Ponte di Santa Chiara, Ponte del Prefetto, Ponte dei Tre Ponti), o ulteriormente i punti di arrivo e partenza dei ‘lancioni gran Turismo’.

A compiere una simile scelta ci ha pensato la Giunta comunale del comune veneto, condotta dal sindaco Brugnaro, che ha approvato la nuova delibera quadro sul turismo (che andrà ora ad essere condivisa con lo Stato e altri Enti), allo scopo proprio di migliorare e/o limitare l’accesso alla città, un tema sempre particolarmente caro ai veneziani, che in parte lamentano un’eccessiva invasività dei flussi di viaggiatori nell’area lagunare.

Bisogna solo comprendere, a questo punto, se sarà possibile ottenere concretamente dei buoni risultati dagli spunti sopra presentati: il sistema punta infatti a “contare” i telefoni presenti nelle zone di riferimento grazie all’estensione del wifi in tutte le aree urbane della città.

Come annunciato, la delibera contiene novità che dovranno comunque essere condivise con altre parti e, in particolar modo, con il Governo e con l’Unesco. Sarà inoltre necessario individuare delle nuove aree di ristoro per i turisti, che verranno inserite in una mappa tematica. Ancora, la Giunta comunale ha reso noto che verrà avviata una vasta campagna di comunicazione durante le giornate di maggior afflusso dei turisti, da individuarsi sulla base statistica dei dati del 2015 e del 2016. Verrà infine aumentato l’organico degli agenti di Polizia locale.

“Un provvedimento molto atteso con cui diamo risposte concrete al tema della gestione dei flussi turistici” commenta sulle pagine del Gazzettino il sindaco Luigi Brugnaro “Siamo riusciti a individuare una serie di azioni per regolare i flussi turistici e renderli compatibili con la vita quotidiana dei residenti, oltre che a promuovere l’avvio di una campagna internazionale di sensibilizzazione vincolata alla salvaguardia”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *