Turismo in Puglia: bene le presenze, male le strutture

Il turismo in Puglia? Il 2017 è sicuramente un anno da ricordare per la regione italiana, ma non tutte le notizie sono positive per il business dei viaggi nel bel territorio meridionale. I turisti, arrivati in massa sulle coste e sull’entro terra pugliese, hanno infatti bocciato su Booking le strutture ricettive locali.

A sostenerlo è l’indagine Demoskopica presentata qualche giorno fa, dalla quale emerge un dato sicuramente da approfondire sulla stagione 2017, segnata da presenze numerose, ottimi guadagni e qualche delusione. La Puglia scala infatti le classifiche italiane del gradimento per quanto concerne l’appeal esercitato sui principali social network ma, di contro, risulta essere fortemente penalizzata dall’indicatore che viene conteggiato proprio su Booking in relazione alla valutazione dei turisti online delle proprie strutture ricettive, con un valore di 57,4.

“Siamo orgogliosi dei nostri portali e dell’apprezzamento sulle reti social. Ma apprezziamo anche il lavoro delle nostre strutture ricettive – ha detto l’assessora regionale al Turismo, Loredana Capone, con dichiarazioni riportate sul quotidiano La Repubblica – che in questi anni sono cresciute molto affrontando le tante difficoltà di un settore sul quale i competitor hanno accumulato un’esperienza talvolta di secoli. Siamo pronti a sostenere l’impegno di tutti gli operatori e a lavorare al loro fianco, insieme, per migliorare la qualità dei servizi e delle strutture”.

Per arrivare a tale risultato l’analisi ha osservato 129 milioni di pagine indicizzate, 2,5 milioni di like sui social media, 35 milioni di recensioni su 340 mila strutture ricettive. Buone sono le prestazioni ottenute dal portale istituzionale, con la Puglia al terzo posto nella classifica nazionale, e buona anche l’impressione dalle reti sociali, con la regione ottava nella classifica Facebook e settima nella classifica Twitter.

Per il resto, c’è molto da fare. “Contiamo – ha proseguito l’assessora – sulla voglia di ciascuno di puntare sul turismo di qualità, la vera carta che ci vogliamo giocare. Il dato di Demoskopika relativo all’indicatore calcolato su Booking riguarda ovviamente solo un campione di strutture ma ci conferma nella strategia regionale di puntare sulla qualità dei servizi dell’ospitalità. Pugliapromozione nel frattempo ha già avviato un progetto con Travel Appeal proprio sulle strutture ricettive e la loro reputazione sul web, che consente di monitorare la soddisfazione dei turisti/clienti e di aiutare gli operatori ad avere consapevolezza dell’arma a doppio taglio che è il web e della necessità di adeguare servizi e prezzi. Con questo strumento potremo lavorare insieme pubblico e imprese turistiche per migliorare la qualità dell’offerta”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *