Pedibus, ecco il nuovo bus a impatto zero

Si chiama Pedibus, e se il nome vi sembra abbastanza emblematico per poter raffigurare ciò che è realmente, non vi state certamente sbagliando!

Pedibus è infatti un particolare mezzo a impatto ambientale zero che sta conquistando la metropoli londinese, e rappresenta un nuovo e particolare modo per poter girare la City, in alternativa ai tradizionali bus. Nello stesso tempo, dovete essere disposti a pedalare, perchè il Pedibus è proprio quello che lascia intendere: un mezzo che viene trainato esclusivamente dalla collaborazione attiva dei partecipanti / trasportati, andando così ad abbattere qualsiasi tipo di emissione.

Del Pedibus si sta occupando largamente la stampa britannica, che sottolinea la portata rivoluzionaria (per quanto non unica) di questo mezzo.

Via di mezzo tra un risciò e un piccolo bus, il Pedibus vi permetterà infatti di girare Londra in maniera del tutto salutare e divertente, cogliendo anche l’occasione per poter conoscere delle persone che condivideranno la vostra stessa passione e i vostri stessi sforzi. Ma come funziona?

Il meccanismo alla base del Pedibus è molto semplice.

Il mezzo può infatti condurre (o, meglio, essere condotto) da un massimo di 12 persone, sedute su due tavoli lunghi, che possono mangiare, bere e chiacchierare, oltre che ammirare la città. Il tutto, però, mentre pedalano e alimentano con il proprio movimento il bus.

Gli organizzatori sottolineano la convenienza di questo mezzo e la sua comodità. È infatti meno faticoso pedalare sul Pedibus piuttosto che con una bicicletta, dato che si è effettivamente seduti in maniera molto comoda e le mani sono libere di muoversi come si preferisce (magari, per sfogliare un libro o bere).

Inoltre, si tratta di un mezzo di trasporto molto sicuro, ed è sicuramente più veloce rispetto a chi vuole spostarsi a piedi.

Detto ciò, se a parlare di Pedibus vi viene in mente anche un’italica esperienza, non vi sbagliate di certo.

A Roma era infatti stato introdotto un progetto per poter realizzare uno scuola-pedibus per poter realizzare delle breve tratte da scuola a casa, o viceversa. Un mezzo organizzativo che avrebbe potuto cambiare le abitudini di tanti studenti, e che era stato progettato per un percorso la cui lunghezza massima non dovrebbe superare i 1.500 metri.

Peccato solo che almeno per il momento nel Comune di Roma non sia comparso ancora alcun Pedibus, e che i bambini vanno dunque a scuola con i propri piedi con gli altri mezzi privati e pubblici.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *