Cresce ancora il turismo di Dubai

Secondo quanto riferisce il Dipartimento del marketing del turismo e del commercio, Dubai ha registrato 4,7 milioni di turisti pernottanti durante il primo trimestre del 2018, con un aumento del 2% rispetto all’anno precedente, e dunque in grado di aiutare l’emirato a raggiungere l’obiettivo di attirare 20 milioni di visitatori entro il 2020.

Il primo trimestre “ha prodotto performance stabili a sostegno di una forte crescita per tutti i settori limitrofi, tra cui alberghi e compagnie aeree” – ha in particolar modo affermato Helal Al Marri, direttore generale di Dubai Tourism. “Ci aspettiamo di accelerare l’impulso durante l’estate e oltre ancora, e realizzare investimenti strategici, partnership e politiche orientate a favorire una forte crescita nel 2018” – ha poi aggiunto.

L’aumento dei visitatori, ha altresì specificato Dubai Tourism, è stato verificato nonostante il calo dei visitatori da due dei tre maggiori mercati di origine: India, Arabia Saudita e Regno Unito. Mentre l’India, che ha contribuito con il maggior numero di turisti, ha registrato una crescita annuale del 7% tra gennaio e marzo e 617.000 visitatori in termini assoluti, l’Arabia Saudita ha infatti registrato un calo dell’1% e il Regno Unito ha registrato un decremento più marcato, pari all’8%, nello stesso periodo.

Di contro, è anche vero che i mercati emergenti – tra cui Cina e Russia – sono cresciuti di buona lena, aumentando i numeri del settore. Nel dettaglio, i visitatori provenienti dalla Russia sono aumentati del 106% su base annua a 259.000 turisti, collocando così Mosca al quarto posto. La Cina, il Paese più popoloso al mondo, è giunta al quinto posto con un numero di visitatori in aumento del 12% a 258.000 unità.

L’Europa è però stata la regione in più rapida crescita, con la maggior parte dei Paesi che ha registrato aumenti annuali a due cifre nel periodo. La Francia ha conseguito un rialzo del 17%, a 103.000 unità, mentre l’Italia ha registrato una crescita del 20% con 80.000 unità. La Svezia è inoltre entrata per la prima volta nella lista dei 20 principali mercati di provenienza per Dubai, con 42.000 visitatori. Nel complesso, l’Europa occidentale ha permesso a Dubai di conquistarsi la più alta percentuale di turisti, rappresentando il 23% del totale, davanti al GCC e all’Asia meridionale con una quota del 17% ciascuno. La Russia, la CSI e la più ampia regione dell’Est Europa hanno raggiunto il 10% delle visite totali.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *