Compagnia aerea di Taiwan vende biglietti in cambio di Bitcoin

La compagnia aerea taiwanese FAT Taiwan Inc. (Far Eastern Air Transport) ha recentemente annunciato che accetterà pagamenti in bitcoin, diventando così la prima compagnia aerea del Paese (e non solo) ad accettare la criptovaluta per la vendita dei propri ticket.

L’annuncio – avvenuto lo scorso 28 febbraio – stabilisce dunque un primato per la compagnia aerea, che ora accetterà pagamenti di criptovaluta per i biglietti e per i relativi servizi di viaggio, divenendo un pioniere nell’adozione della criptovaluta all’interno dell’industria aeronautica del paese. I passeggeri FAT potranno dunque ora utilizzare Bitcoin in un’esperienza conveniente e scontata, pagando per più di 20.000 voli.

Il presidente della compagnia aerea, Zhang Gangwei, ha spiegato che la sua azienda ha

una visione brillante per il futuro della criptovaluta, che dimostra di essere uno strumento di transazione significativo.

Zhang ha aggiunto che

l’uso diffuso della criptovaluta in vari scenari introdurrà un nuovo futuro per le compagnie aeree, l’industria alberghiera, l’OTA e l’intero settore del turismo.

La compagnia aerea con base a Tapei, fondata nel 1957, è la compagnia più popolare per le tratte nazionali taiwanesi. Tuttavia, con questa nuova introduzione innovativa potrebbe attrarre un crescente numero di utenti Bitcoin in tutta l’Asia con le sue rotte di viaggio internazionali verso Giappone, Corea del Sud, Malesia, Filippine, Indonesia, Tailandia, Vietnam e Cambogia.

Nell’ottobre dello scorso anno, il governatore della banca centrale di Taiwan, Perng Fai-nan, ha sostenuto la regolamentazione della criptovaluta, affermando che il commercio di Bitcoin dovrebbe essere aggiunto al sistema di notifica di Taiwan per la legge sulla prevenzione del riciclaggio di denaro in una mossa simile a quella del Giappone, a legittimazione della criptovaluta nel Paese.

Comprensibilmente, la mossa di FAT segna anche una tendenza crescente tra le compagnie aeree internazionali, fornendo ai propri clienti più opzioni di pagamento possibili. Tuttavia, FAT non è certo la prima compagnia aerea al mondo a proporre una simile iniziativa. Alcuni vettori hanno sostenuto direttamente i pagamenti bitcoin per i biglietti già nel 2014, quando l’AirBaltic, in Lettonia, si aggiudicò il ruolo di primo operatore aereo al mondo ad accettare Bitcoin.

Alcuni altri vettori hanno poi seguito la stessa linea di tendenza, come la LOT, in Polonia, nel 2015, anche se poi ha ritirato il suo supporto nel 2017. Nel frattempo, le compagnie aeree giapponesi Peach e Surf Air (che accetta anche Ethereum) si sono unite alla schiera di aziende che accettano pagamenti diretti in criptovaluta.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *